piatti-pasquali-dal-mondo-nutrizionista-enrico-veronese

Vi siete mai soffermati a pensare che i piatti tipici pasquali dicono molto su come viene celebrata la festività nel mondo?

Gli ingredienti che si utilizzano, come prepararli, come servirli, quando e come mangiarli, rappresentano molto più di una semplice ricetta.

Sono simbolismi e tradizioni delle più svariate culture e religioni. Scopriamo insieme 10 piatti tipici pasquali dal mondo.

Fanesca – Ecuador

Più che una zuppa, la Fanesca è un patrimonio culturale dell’Ecuador.

I suoi ingredienti provengono da tutte le regioni del Paese e per questo motivo il piatto rappresenta la diversità del cibo e l’unità del popolo ecuadoriano.

Gli ingredienti e la preparazione variano a livello regionale ed è tipicamente preparata e servita solo durante la Settimana Santa, prima di Pasqua.

È una zuppa i cui ingredienti primari sono foglie di zucca siamese, arachidi e dodici diversi tipi di fagioli e cereali, tra cui fave, lenticchie, piselli, mais, chocho e altri, che rappresentano i dodici apostoli di Gesù.

Questi vengono cotti nel latte e con il baccalà, che rappresenta il pesce dell’Ultima Cena, senza nessun tipo di carne rossa a causa del divieto religioso cattolico durante la Settimana Santa. Può essere guarnita con uova sode, platano fritto, prezzemolo e altre erbe aromatiche.

Fanesca – Ecuador. Fonte immagine Di Agencia de Noticias ANDES – SEMANA SANTA QUITEÑA, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=59781541

Paska Bread – Ucraina

Realizzare questa bellissima pagnotta intrecciata è una tradizione in tutta l’Europa centrale e orientale.

La paska è un pane dolce pasquale ucraino diffuso nei paesi di religione ortodossa o con forti legami culturali con l’antico Impero bizantino.

La paska è un pane dolce rotondo, simile al panettone italiano, composto da latte, burro, uova, farina e zucchero e ricoperto da una glassa a base di acqua e uova.

Altre versioni della paska sono a base di cioccolato, riso o miscele salate a base di formaggio e possono contenere ciliegie al maraschino. Il dolce ha connotati simbolici cristiani come conferma la presenza di croci di cui è inciso.

Viene spesso abbinato a una cagliata di formaggio zuccherata conosciuta come “hrudka”, ma sarebbe altrettanto delizioso con fette di prosciutto, burro, marmellata o addirittura trasformato nel tuo toast francese preferito.

Paska Easter Bread. Fonte immagine: Taste of Home tasteofhome.com/recipes/paska-easter-bread/

Hot Cross Buns – Regno Unito

Ci sono molti miti e tradizioni che circondano gli hot cross buns.

Alcuni dicono che gli hot cross bun condivisi con gli amici cementeranno le amicizie, altri sostengono che gli hot cross bun appesi alle travi del Venerdì Santo rimarranno freschi per il prossimo anno.

Si dice anche che i panini proteggano la cucina dagli spiriti maligni, prevenendo gli incendi e garantendo la lievitazione di tutto il pane.

Nel 1592, la regina Elisabetta dichiarò addirittura gli hot cross buns troppo speciali per essere venduti in un giorno diverso dal Venerdì Santo, da Natale o da una sepoltura.

A parte tutta la leggenda, gli hot cross buns sono una delizia deliziosa e un modo divertente per portare la tradizione e il folklore pasquale nella tua cucina.

La ricetta tradizionale degli Hot cross buns prevede un impasto di farina, latte intero, burro, uova e lievito, al quale vengono poi aggiunti uvetta, cannella e scorza d’arancia.[

Le croci sono tradizionalmente tagliate sulla superficie del panino, tuttavia è molto comune prepararle con una pasta di acqua e farina.

Fonte immaggine: Ree Drummond | ThePioneerWoman.com

colloquio gratuito dottor veronese

Jamaican Bun n’ Cheese – Jamaica

La Giamaica ha dato una svolta al tradizionale cibo pasquale del Regno Unito. Conosciuto come Jamaican Bun n’ Cheese, il semplice Hot Cross Bun si è evoluto.

Questa precedente colonia britannica ha trasformato l’hot cross bun in una pagnotta. Per ulteriore dolcezza, i giamaicani sostituiscono il miele con melassa e frutta secca.

È fondamentalmente una versione più gustosa del tradizionale hot cross bun. Non crederci sulla parola, provalo con il formaggio proprio come fanno i giamaicani!

Jamaican Bun n’ Cheese –  Jamaica. Fonte immagine: therumkitchen.com/news/bun-and-cheese/

Zurek – Polonia

Il Sabato Santo le famiglie si recano in chiesa portando il cibo che verrà benedetto e consumato il giorno successivo.

Tra questi, gli ingredienti dello Zurek, una zuppa a base di farina di segale, salsiccia, carota, basilico e altre spezie.

Viene servito con uova sode e, spesso, dentro il pane. Anche se la zuppa può avere un sapore un po’ acido, è molto apprezzata e considerata uno dei cibi pasquali più tipici della Polonia.

Zurek – Polonia. Fonte immagine: foodandroad.com – Zurek | © Bartosz Luczak

Torrijas – Spagna

In Spagna, le Torrijas sono al centro dell’attenzione durante la Pasqua.

Simile al toast francese, questo delizioso dessert si prepara immergendo le fette di pane in una miscela di latte, zucchero e spezie, quindi friggendole fino a doratura. Il tocco finale è una spolverata di cannella, che lo rende una vera delizia spagnola.

Torrijas – Spagna. Fonte immagine: www.dani.es

Tarta pascualina – Argentina

Questo piatto tradizionale pasquale risale al XVI secolo in Argentina. E’ originaria dell’Italia ma è molto popolare in Argentina, soprattutto durante la Pasqua.

Fatto di ricotta e spinaci, è l’uso unico delle uova che rende questo piatto davvero speciale. Le uova crude vengono incrinate nella torta e cotte all’interno mentre sono nel forno. E’ un’ottima alternativa salata e senza carne all’arrosto per pranzo.

Una volta cotta, aprite la torta e vedrete come l’uovo sodo diventa il fulcro di questo piatto.

Tarta pascualina – Argentina. Fonte immagine: www.olivemagazine.com – images.immediate.co.uk/production/volatile/sites/2/2022/03/2022-03-28_ImagineIM-NEFF-TartePascualina_02262-8ec6948.jpg

colloquio gratuito dottor veronese

Påskmust (Julmust ) – Svezia

In Svezia, il Påskmust è la bevanda pasquale preferita.

Julmust (svedese jul “Natale” e must “succo di uva”) è un soft drink consumato in Svezia nel periodo di Natale. A Pasqua il nome diventa påskmust (påsk “Pasqua”).

Questa bevanda analcolica gassata è fatta con luppolo, malto, spezie e zucchero. Ha un sapore distinto che è allo stesso tempo dolce e leggermente affumicato.

È comunemente apprezzato sia dai bambini che dagli adulti durante le celebrazioni pasquali.

Påskmust (julmust) – Svezia. Fonte immagine: kkuriren.se

Chervil Soup (Kerbelsuppe) – Germania

In Germania, il giovedì prima del Venerdì Santo è conosciuto come Gründonnerstag, o Giovedì Verde.

Le foglie riccamente pennate dell’erba di cerfoglio promettono un’esperienza di gusto squisita.

La festa originariamente commemorava l’Ultima Cena di Cristo, ma da allora è diventata una celebrazione dell’inizio della primavera caratterizzata dall’usanza di mangiare verdure, zuppe e insalate.

Chervil Soup (Kerbelsuppe) – Germania. Fonte immagine: Chervil Soup Recipe Image © Thomas Sixt – thomassixt.com

Kaapse kerrievis (Pesce in salamoia di Cape Malay) – Sud Africa

Mentre in Europa e in alcune parti dell’America i menu pasquali di solito includono agnello, pane e dolci, in altre parti del mondo alcuni piatti sorprendenti e contrastanti aspettano solo di essere assaggiati.

Il Sudafrica offre ai viaggiatori buongustai la possibilità di provare qualcosa di veramente diverso questa Pasqua e di scambiare i propri cibi tradizionali con un piatto di pesce in salamoia dai colori vivaci e aromatizzati.

Prima dell’avvento della refrigerazione, la marinatura del pesce era una tradizione in tutto il mondo, e questa antica ricetta viene spesso preparata in anticipo e poi consumata durante i quattro giorni di Pasqua.

Combinando pesce appena cucinato con cipolla e un bouquet di spezie tra cui curcuma e masala, il Kaapse kerrievis (pesce in salamoia di Cape Malay) è assolutamente da provare per i viaggiatori buongustai questa Pasqua.

Kaapse kerrievis- Sud Africa. Fonte immagine: www.allrecipes.com/recipe/104444/cape-malay-pickled-fish

Mämmi – Finlandia

Non potevo pensare a un modo migliore per concludere la nostra lista se non con un delizioso dessert finlandese.

Il mämmi assomiglia a un budino e in Finlandia viene servito come dessert durante la Pasqua. È composto da acqua, farina di segale, malto in polvere, melassa scura, sale e scorza d’arancia. Per servirlo e mangiarlo, lo si mescola con kerma o latte.

Questo piatto è un gusto acquisito e ha una consistenza simile al porridge, ma vale la pena provarlo una volta!

Mämmi – Finlandia. Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/veisto/3443590763/

Buona Pasqua a tuttii!
colloquio gratuito dottor veronese